A “politically incorrect” retailer: John Mackey (Whole Foods)

Mission and vision of Whole Foods seem inspirited by the green movement and the “alternative” culture. On the contrary, John Mackey the founder and the inspiring figure of this great retail chain that has positively impressed the internatonal community of consumers, is a convinced sustainer of the pure capitalistic philosophy. Healthy food, high quality, respect for the employees and the environment, charity, etc. are not in contrast with the individualistic and profit oriented approach.

wedge

The Wedge & Seward

Degli USA si danno molte interpretazioni e molti giudizi. Tra questi l’idea di un paese che avrebbe fatto dell’individualismo capitalistico il principio ispiratore di un pensiero unico e totalizzante.

Esso guiderebbe la nazione ad espandere aggressivamente l’ideologia del gigantismo e della massificazione consumistica nel mondo intero. In realtà gli USA sono tante cose messe assieme e qualcuno potrebbe sorprendersi apprendendo che proprio l’America continua ad essere la culla di un vasto numero di imprese fondate sul principio solidaristico e antitetico al consumismo ordinario, ed in tempi in cui le forme cooperative europee vivono un loro travaglio prospettico. Soprattutto le coop di consumo americane danno voce alle molte espressioni delle controculture minoritarie (nel nostro caso) alimentari.

boqueria

La Boqueria: il food display parla catalano

Vendere (visivamente) alimentari freschi è un’arte difficile che mezzo secolo di trionfi dei prodotti confezionati ha, nel nostro Paese, ha quasi azzerato. Esiste tuttavia una città, Barcellona, che ha conservato, esaltandola, quest’arte. Nella capitale catalana opera con crescente successo un “istituzione” secolare ben nota ad un enorme pubblico di turisti internazionali: La Boqueria, il “Louvre” di quel che chiamiamo oggi food display.

produce

Painting with produce

The Italian tourist spellbound by the ‘Snow White syndrome” stands transfixed before markets like Au Bon Marché in Paris, Harrod’s in London and La Boqueria in Barcellona, examples all of ” painting with produce “, a novel display technique blending form and function.

Received ideas clothed in clichés offer more comfort than independent thought. The widespread idea that the United States, hated yet loved at the same time, is a country that simply does not know how to appreciate fruit and vegetables as mealtime staples thus serves the self-deceiving view that Italians are, among others in Europe, the experts when it comes to buying and selling fresh produce. In point of fact, however, a closer look at North America’s vast continental marketplace would lead to a very different conclusion…

Pete

Pete Fresh Market e il sogno americano

Pete Fresh Market è l’ennesima, classica espressione di un “American Dream”. James Dremonas è il fondatore di questa catena locale (attualmente di 10 store con circa 1800 dipendenti) che si è inserita nella combattutissima Chicagoland. James, immigrato con la sua famiglia dalla Grecia, dopo l’esperienza avviata, nei primi anni ’70, con il negozio di ortofrutta del padre, aprì, nel 1994, assieme al fratello, un supermercato full-service specializzato ovviamente in prodotti freschi e freschissimi. Era collocato tra la 57th e la Kedzie, e prese il nome di Pete’s Produce a indicare una specializzazione su cui si sarebbero innestate successive, audaci innovazioni.

La Grande Chicago è da sempre un laboratorio d’innovazioni in tema di retail, che ha funto da irresistibile attrattore per ogni insegna. Tuttavia, alcuni leader storici come Jewel Osco e Dominick’s hanno dovuto recentemente, per vari motivi, abbandonare il campo e nuove catene “indipendenti” stanno riempiendo il vuoto da esse lasciato. Pete’s Fresh Market è una di esse ed essendo stata premiata, per la quarta volta, nel 2014 con il “Talk of the Town Awards”, un autorevole osservatorio della distribuzione di Chicago, si può ben dire che stia fieramente contendendo, la leadership della qualità, della varietà alimentare e del servizio al cliente a Mariano, Heinen, Wholefoods…