consumatore

Intervista a Daniele Tirelli: Il consumatore vuole informazione

L’informazione del consumatore è asimmetrica, dipende dagli interessi di ciascuno di noi. La vita urbana è distante dalla vita della campagna e della terra e quindi noi non conosciamo i nomi dei prodotti dell’ortofrutta, dice Daniele Tirelli, presidente di Amagi a RetailWatch. Manca, quindi, una cultura generale e particolare, soprattutto nell’ortofrutta.

coda lunga

Coda lunga: dalla torre butta Kotler, meglio tenersi la fisica di Landau

Diverse catene italiane hanno deciso giustamente di ridimensionare i loro piani di sfruttamento dei propri dati d’insegna. Si sono forse rese conto che le risorse necessarie per trarne applicazioni concrete ed efficienti a uso aziendale sono rare o troppo dispendiose per i risultati immediati che ne conseguono. Sfruttare le enormi banche dati prodotte dai Pos scanner e dalle loyalty è, infatti, solo il primo passo di un processo complesso e difficile.

Ingenua l’idea di costruire l’assortimento con sole referenze altorotanti. Fisica e biologia aiutano la statistica. E l’uso di una statistica raffinata permette di capire quali e quante referenze trattare nel pdv.