Distrattamente angosciati da un mercato saturo

Il largo consumo vive la sua crisi, inconsapevole dei punti di non ritorno raggiunti. Il mutamento è strutturale: mercati saturi e progresso tecnologico fuori controllo. L’istinto spinge
la distribuzione a tagliare i prezzi. L’industria segue a fatica rinunciando ad accrescere il valore simbolico dei prodotti rispetto a quello d’uso. Alle ondate di sconti ‘selvaggi’ ne seguiranno
altre ancor più violente.